La scuola Ciugud nel progetto MYSS: alcuni feedback diretti dalle esperienze degli insegnanti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Marzo 2020 rimarrà come un importante punto di svolta nella storia, un momento che ci ha segnato tutti e ha creato una nuova tendenza nelle nostre vite. L’istruzione in tutto il mondo è stata colpita. La scuola in Romania non era preparata a passare dall’istruzione tradizionale, quella solitamente organizzata in classe, ad un ambiente online.

Poche scuole in Romania avevano a disposizione una piattaforma funzionale in quel momento. Ma, come dice un proverbio rumeno: “Il bisogno ti insegna”. Ecco perché, lentamente, insegnanti, studenti, genitori hanno imparato ad adattarsi al nuovo ambiente della scuola online. A causa del contesto pandemico, la scuola online è ancora oggi presente nella nostra vita quotidiana e tutti continuiamo ad imparare.

Uno degli scopi di un insegnante è anche quello di fare da modello per i suoi studenti, per stimolare la loro voglia quotidiana di imparare, di essere sempre aggiornati con tutte le ultime novità e strumenti, sia nel campo scientifico della disciplina che insegna, sia riguardo la  pedagogia e le metodologie didattiche. Pertanto, la formazione continua degli insegnanti è un “obbligo etico” per loro. Il progetto MYSS contribuisce al continuo adattamento e formazione degli insegnanti in questi tempi controversi in cui viviamo.

Fino ad ora, gli insegnanti della Scuola secondaria Ciugud (parte del team di progetto), hanno contribuito alla realizzazione dei moduli per gli insegnanti all’interno delle attività del progetto. Hanno anche preso parte al test pilota per i corsi creati. Tutti gli insegnanti sono stati attivamente coinvolti e hanno apprezzato il fatto di dover imparare nuove strategie legate all’esperienza della scuola online: hanno davvero imparato a conoscere nuovi strumenti TIC, l’utilità di molte app efficaci per la didattica online, come creare una presentazione video, ecc. In questi giorni abbiamo avuto modo di ricevere alcuni feedback dagli insegnanti che hanno partecipato alla fase di test pilota IO1. Riportiamo alcune delle loro impressioni.

Mihaela Lungu, insegnante di lingue straniere, ha dichiarato: “Il progetto MYSS fino ad ora mi ha dato la possibilità di scoprire diversi approcci all’insegnamento online. Con la piattaforma Moodle, ho avuto l’opportunità di accedere a una varietà di corsi e di scoprire diversi nuovi strumenti elettronici. Uno strumento che mi piace in particolare e che trovo molto utile è Edpuzzle. Ho cercato questo tipo di strumento perché mi piace strutturare le mie lezioni e alcuni quiz finali attorno a un video. La maggior parte dei video sono troppo lunghi mentre io  ho bisogno di solo 2 o 3 minuti di video da usare per un test. Edpuzzle fornisce un’ottima funzione per tagliare la clip e utilizzare solo la parte di cui ho bisogno. La situazione pandemica costringe gli insegnanti a seguire la maggior parte dei loro corsi online. Questa cosa ha aspetti positivi perché dà loro la possibilità di esercitarsi liberamente. L’aspetto negativo è che le ore di formazione online si aggiungono alle ore di insegnamento online, e questo aspetto costringe un insegnante a rimanere davanti a un computer per più di 10 ore al giorno. Nel complesso, posso dire che il progetto Erasmus MYSS ha arricchito la mia esperienza didattica“.

Alina Boboia, insegnante di lingua rumena, ci ha detto: “Il progetto Erasmus MYSS è stato molto utile e interessante per me. Ho acquisito molte nuove abilità in breve tempo. Le spiegazioni erano chiare, gli esempi erano concreti e le loro indicazioni facili da seguire. Mi ha aiutato a migliorare la mia attività e le mie lezioni sono diventate più accattivanti per i miei studenti“.

Mirona Crișan, insegnante di lingua rumena, ci ha detto: “Quando mi sono iscritta al corso, ho pensato che le informazioni sarebbero state noiose e ripetitive. Ma ho acquisito così tante nozioni rapidamente che la mia opinione è cambiata.  “. Quello che mi è davvero piaciuto e ho imparato è << imparare facendo>>. Quando ho preso parte al corso e ho lavorato su diversi moduli, ho acquisito la prospettiva da studente. Le consegne non erano così difficili e le ho risolte abbastanza velocemente. Infine, credo davvero che il corso mi abbia dato delle grandi idee e una maggiore fiducia per applicarne alcune in aula“.

Marcela Cristina Stan, insegnante di inglese: “Il corso è perfettamente organizzato, ci ha chiaramente permesso di apprendere strumenti importanti per sviluppare un progetto con i nostri studenti. Credo che sia calibrato  sulle esigenze individuali dei partecipanti. È molto interattivo, accessibile, facile da usare e focalizzato sull’utilizzo molto semplice della piattaforma Moodle. Penso che sia perfetto per gli utenti da remoto e per le persone che hanno bisogno di accedere al loro apprendimento in modo flessibile. I materiali erano accessibili e i compiti erano facili da risolvere. Spero che ogni partecipante abbia sentito l’atmosfera positiva del corso“.

Come uno dei partner rumeni, la scuola secondaria Ciugud è davvero lieta di essere coinvolta nell’implementazione del progetto “MY Smart School – metodologie e strumenti educativi a distanza per insegnanti, studenti e ambienti scolastici” (MYSS). Gli insegnanti attendono con impazienza nuove azioni progettuali, da estendere anche ad altri insegnanti attivi nella regione della Transilvania.

Newsletter.

Comunicati stampa.

Download.